500 lire con il volto di Dante Alighieri: storia e aneddoti

Scopriamo insieme la storia delle 500 lire 1965 – Dante Alighieri valore, aneddoti e molto altro.

Le 500 lire di Dante Alighieri del 1965 sono le uniche che sono state coniate per celebrare ed onorare il 7° Centenario della nascita di Dante Alighieri, famoso poeta del 1200 circa conosciuto in tutto il mondo per alcune delle sue opere più importanti tra cui la Divina Commedia. Ed è proprio sulla base di questa sua opera che si ispira la moneta che è stata coniata in suo onore. Una moneta commemorativa dal valore di 500 lire ma che riportava le stesse caratteristiche delle 500 lire caravelle (cenni). Andiamo a scoprire in questo articolo qualcosa di più sulla moneta Dante Alighieri 1965 e sulle sue caratteristiche.

Le caratteristiche delle 500 lire Dante Alighieri 1965

Come abbiamo anticipato questa moneta fu realizzata per celebrare il famoso poeta avendo però le stesse caratteristiche delle altre monete da 500 lire. Di fatti la moneta da 500 lire argento ha un diametro di 29 mm ed un peso di 11 grammi. Le 500 lire argento valore era il medesimo delle altre presenti in Italia in quel periodo, nonostante entro in circolazione nel 1965 non fu sostituita alla moneta delle Caravelle ma hanno circolato insieme. Di questa moneta furono realizzate delle prove del conio, che si possono riconoscere perché riportano la dicitura al rovescio, e furono regalati ai dipendenti della Zecca.

Come possiamo riconoscerla?

La moneta è facilmente riconoscibile grazie alla grafica che è particolare e ispirata al poeta. Nel verso diritto troviamo un ritratto del poeta, Dante Alighieri, con intorno la dicitura e la legenda REPUBBLICA ITALIANA. Al di sotto del ritratto troviamo le firme dei due compositori di questa moneta il modellista Verginelli e l’incisore Monassi.

Nella parte posteriore della moneta troviamo invece un disegno ispirato ad una delle opere più famose del poeta, ossia la Divina Commedia. L’immagine raffigura nella parte alta dei raggi solari insieme a delle stelle che vanno a rappresentare il paradiso, troviamo poi le nubi che rappresentano invece il purgatorio e nella parte bassa della moneta sono raffigurate delle fiamme che rappresentano l’inferno. Sulla destra troviamo la R che rappresenta il segno della Zecca, troviamo poi sulle 500 lire Dante Alighieri valore espresso in L. 500 e ancora più in basso l’anno 1965.

Il contorno della moneta riporta invece la leggenda e in rilievo possiamo vedere la dicitura 7° centenario della nascita di Dante.

Cos’altro sapere?

Ne furono coniate 5.000.000 esemplari, ad oggi le 500 lire argento del 1959 hanno un valore attuale molto variabile. Dipende infatti dallo stato della moneta e dal modo in cui si è conservata negli anni. Sicuramente vista la sua particolarità con gli anni il suo valore andrà ad aumentare nel tempo. Viene infatti considerata una moneta rara e di estremo valore proprio perché circolo insieme alle Caravelle e non le andò a sostituire, ciò vuol dire che nonostante il numero elevato di pezzi realizzati con gli anni questa moneta acquisirà di certo maggiore valore economico.

Lascia un commento